Fiabe di Natale: Guido Gozzano e Francesca Sanzo raccontano il Natale di ieri e di oggi

Home / Libri / Fiabe di Natale: Guido Gozzano e Francesca Sanzo raccontano il Natale di ieri e di oggi

In occasione del Natale, la Graphe.it edizioni manda in libreria il quinto titolo della collana Natale ieri oggi. Quest’anno si incontrano sulle pagine del libretto Guido Gozzano – il poeta delle «buone cose di pessimo gusto» – e Francesca Sanzo, nota al pubblico italiano per il suo libro 102 chili sull’anima. La storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità.Read more: Fiabe di Natale: Guido Gozzano e Francesca Sanzo raccontano il Natale di ieri e di oggi

Quanti giocattoli!

Home / Racconti / Quanti giocattoli!
Giocattoli Natale

Era la vigilia di Natale e l’albero era già tutto infiocchettato, pronto per il giorno di Natale.
Ma erano appena andati tutti a letto che i giocattoli appesi all’albero incominciarono a parlare tra di loro.
Come sarebbe divertente – dissero – se ci nascondessimo.
A gran fatica scesero tutti giù dall’albero, lasciandolo completamente spoglio, e andarono a nascondersi.Read more: Quanti giocattoli!

Rosalpina: la pecorina zoppa

Home / Racconti / Rosalpina: la pecorina zoppa
Presepe 2012 dettaglio

È la notte del 24 dicembre. Il vento fischia, trascinando con sé, per le strade del paese, un pulviscolo farinoso. Con dita di ghiaccio ha strappato dagli alberi le stelline d’argento che ora giacciono ammucchiate sui marciapiedi in gomitoli tremanti. Solo qualche lampadina fora l’oscurità, disegnando nel buio senza dimensioni, aloni gialli. Nella casa c’è un tepore dolce. Profumi antichi sfuggono borbottando dalle pentole sui fornelli. Gli abitanti sono usciti per la Messa e il silenzio avvolge, come un manto, le stanze.Read more: Rosalpina: la pecorina zoppa

L’angelo scelse l’asino e il bue

Home / Racconti / L’angelo scelse l’asino e il bue
Bue Asino - Presepe

Mentre Giuseppe e Maria erano in viaggio verso Betlemme, un angelo radunò tutti gli animali per scegliere i più adatti ad aiutare la Santa Famiglia nella stalla.

Per primo, naturalmente, si presentò il leone. “Solo un re è degno di servire il Re del mondo – ruggì – io mi piazzerò all’entrata e sbranerò tutti quelli che tenteranno di avvicinarsi al Bambino!”. “Sei troppo violento” disse l’angelo.Read more: L’angelo scelse l’asino e il bue

Tre Ebook sul Natale realizzati dai bambini della scuola primaria

Home / Natale a scuola / Tre Ebook sul Natale realizzati dai bambini della scuola primaria
Ebook Primaria

Vi segnaliamo tre ebook realizzati dai bambini della scuola primaria di Gorla Minore (VA) e Palermo con storie e racconti sul Natale.

I libri, sogliabili su pc (si tratta di file eseguibili), sono illustrati con i disegni degli scolari e accompagnati da dolcissime musiche natalizie di sottofondo.Read more: Tre Ebook sul Natale realizzati dai bambini della scuola primaria

Si rompono le noci

Home / Racconti / Si rompono le noci
noci

Nelle sere che già si allungavano, da ogni casa s’udiva un insolito ticchettio, o meglio un breve martellare, rapido e secco. Si rompevano le noci.

Il capo di casa, il vecchio (cosi era chiamato il nonno) e il figlio maggiore, seduti al lato del focolare con una bigoncia tra le gambe, sulla cui bocca stava posata una tavola e su questa una pietra, con un martelletto davano un colpo, al massimo due, sulla testa della noce; Read more: Si rompono le noci

Gli zampognari

Home / Racconti / Gli zampognari
Zampognari

Nell’aria di Natale si entrava decisamente solo con l’arrivo degli zampognari. Giungevano all’improvviso, si fermavano alle porte del paese, e cominciavano subito a suonare.

Erano di solito due. Non guardavano in faccia nessuno mentre suonavano, i loro occhi pareva che non vedessero, come quelli delle statue. E il loro viso era immobile, fisso, non diceva nulla.Read more: Gli zampognari

La ragione dell’asino

Home / Racconti / La ragione dell’asino
Natività asino e bue

Una volta gli animali fecero una riunione.
La volpe chiese allo scoiattolo:”Che cos’è per te Natale?”
Lo scoiattolo rispose: “Per me è un bell’albero con tante luci e tanti dolci da sgranocchiare appesi ai rami”.
La volpe continuò: “Per me naturalmente è un fragrante arrosto d’oca. Se non c’è un bell’arrosto d’oca non c’è Natale”. Read more: La ragione dell’asino

La candela che non voleva bruciare

Home / Racconti / La candela che non voleva bruciare
Candela penombra

Questo non si era mai visto: una candela che rifiuta di accendersi.
Tutte le candele dell’armadio inorridirono.
Una candela che non voleva accendersi era una cosa inaudita!
Mancavano pochi giorni a Natale e tutte le candele erano eccitate all’idea di essere protagoniste della festa, con la luce, il profumo, la bellezza che irradiavano e comunicavano a tutti.Read more: La candela che non voleva bruciare

A mani vuote

Home / Racconti / A mani vuote
Pastori Presepe

Tra i pastori che accorsero la notte di Natale ad adorare il Bambino – racconta una simpatica leggenda natalizia – ce n’era uno tanto povero che non aveva proprio niente da offrire e si vergognava molto.

Giunti alla grotta, tutti facevano a gara con gli altri ad offrire i loro doni a Maria, e Maria non sapeva come fare per riceverli tutti, perché doveva tenere in braccio il Bambino.Read more: A mani vuote

La storia dell’omino di Pan di Zenzero

Home / Racconti / La storia dell’omino di Pan di Zenzero
Omino Pan di Zenzero - racconto

C’era una volta una vecchina che un bel giorno decise di cucinare un biscotto di pan di zenzero a forma di omino.

Quando però la cottura era quasi terminata la vecchina sentì una vocetta arrivare dalle profondità del forno: “Mammia che caldo che fa qui…Fammi uscire!” La vecchina incuriosita aprì il forno e vide un biscotto a forma di omino scappare gridando: “Corri pure, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero!” Tutte le urla della vecchina al suo indirizzo furono inutili. Read more: La storia dell’omino di Pan di Zenzero

Don Camillo e Peppone. Buon Natale!

Home / Racconti / Don Camillo e Peppone. Buon Natale!
Don Camillo e Peppone - Natale

A don Camillo uscirono gli occhi dalle orbite: non aveva bisogno di aprire il pacco per capire di cosa si trattava.
Quello era il profumo indimenticabile del prosciutto di Parma.
Un cosciotto enorme che doveva essere costato una fortuna.
“Lo battezzerò prima, non si sa mai cosa può capitare mangiando un maiale rosso, aspetta qui …” e portandosi dietro il prosciutto andò verso la canonica ritornando dopo con un pacco più piccolo, elegantemente confezionato.
Lo porse al sindaco che fu anche lui felice di riscoprire un profumo conosciuto.
“Toscani! Sono quelli di Soldati, vero?”Read more: Don Camillo e Peppone. Buon Natale!

LE STELLE D’ORO – Fratelli Grimm

Home / Racconti / LE STELLE D’ORO – Fratelli Grimm
Stelle

Era rimasta sola al mondo. L’avevano messa sopra una strada dicendole: – Raccomandati al cielo, povera bimba!
E lei, la piccola orfana, s’era raccomandata al cielo! Aveva giunte le manine, volto gli occhi su, su in alto, e piangendo aveva esclamato: – Stelle d’oro, aiutatemi voi!
E girava il mondo così, stendendo la manina alla pietà di quelli che erano meno infelici di lei. L’aiutavano tutti, è vero, ma era una povera vita, la sua: una vita randagia, senza affetti e senza conforti.
Un giorno incontrò un povero vecchio cadente; l’orfanella mangiava avidamente un pezzo di pane che una brava donna le aveva appena dato.Read more: LE STELLE D’ORO – Fratelli Grimm

L’OSTE – Piero Bargellini

Home / Racconti / L’OSTE – Piero Bargellini
Rembrandt Harmensz van Rijn

Cercherò di ricordare. Non è facile tenere a mente tutti i clienti. E poi in quei giorni di confusione!
Il mio albergo era situato alle porte di Betlem, sulla strada che viene da Nazaret.
Posso dire, senza esagerare, che esso fosse il primo albergo della città.
Fra formato da un gran cortile quadrato e porticato.
I viaggiatori entravano in quel cortile, si sceglievano il posto sotto il portico. Legavano il loro cavallo o il loro asino a una campanella.Read more: L’OSTE – Piero Bargellini