Opopomoz

Home / Film / Opopomoz

Il Natale si avvicina e dalle profondità degli inferi Sua Bassezza Infernale, decisa a impedire la nascita di Gesù, invia sulla terra tre maldestri sicari affinchè irretiscano un’anima per usarla a quello scopo.

E quale migliore città di Napoli, capitale per eccellenza del presepe, nonostante per sua stessa ammissione “i napoletani ne sappiano una più del diavolo”? Giunti nella città partenopea i tre goffi diavoletti individuano subito la loro vittima: è Rocco,un ragazzino accecato a tal punto dalla gelosia per il fratellino che nascerà appunto il giorno di Natale da essere disposto a tutto pur di rimanere figlio unico.

E così, grazie alla formula magica “Opopomoz”, la notte della vigilia Rocco entra magicamente nel presepe per trovare Giuseppe e Maria e impedire loro di raggiungere Betlemme. Impedire la nascita di Gesù significherebbe infatti impedire la nascita di tutti i bambini del mondo, incluso naturalmente il fratellino Francesco.

Sarà la piccola Sara, la cugina di Rocco entrata anch’essa all’interno del presepe grazie ad una “soffiata” del gatto di casa, a risvegliarlo dall’incantesimo e a sconfiggere lo stesso diavolo servendosi di un’antica filastrocca napoletana scaccia-maligno.

Con questo delicato gioiello di animazione Enzo D’Alo’ ci regala una tra le più belle e commuoventi fiabe natalizie degli ultimi anni, complice una storia avvincente e ben costruita e l’affresco di una Napoli caotica, colorata e chiassosa come nei più poetici ricordi d’infanzia.

Non solo un cartone animato per bambini quindi, ma una fiaba capace di commuovere e divertire gli stessi adulti grazie alla sua raffinata cura del dettaglio : dalla scelta del doppiaggio (basti citare John Turturro nella parte dello zio americano di Rocco o Silvio Orlando nella parte di suo padre Peppino) alla colonna sonora tutta giocata sulle atmosfere partenopee di musicisti quali Pino Daniele o i Neri Per Caso.

Martina Tarozzi – MyMovies.it

Regia: Enzo D’Alò
Genere: Animazione
Durata: 73 minuti
Paese: Italia
Anno: 2003

This entry was posted in Film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.