A mani vuote

Home / Racconti / A mani vuote

Tra i pastori che accorsero la notte di Natale ad adorare il Bambino – racconta una simpatica leggenda natalizia – ce n’era uno tanto povero che non aveva proprio niente da offrire e si vergognava molto.

Giunti alla grotta, tutti facevano a gara con gli altri ad offrire i loro doni a Maria, e Maria non sapeva come fare per riceverli tutti, perché doveva tenere in braccio il Bambino.

Vedendo il pastorello con le mani libere, prende e affida Gesù a lui.

Avere le mani vuote fu la sua fortuna e, su un altro piano, potrebbe essere anche la nostra fortuna!!

Raniero Cantalamessa

Articoli correlati: Racconti e Poesie e Filastrocche su Blog Natale

One thought on “A mani vuote

  1. giulia ha detto:

    Mi piace molto Padre Cantalamessa, e in questo racconto confermo la mia ammirazione!
    E’ vero, più siamo liberi e più Lo possiamo accogliere…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.